Droni professionali: quali scegliere per il lavoro?

I Droni professionali sono quelli definiti dalla combinazione di GPS + Videocamera + Stabilizzatore + FPV + Attrezzatura all’avanguardia. Questi sono dei droni che si possono utilizzare per riprese professionali, difatti necessitano di abilitazione e patentino per essere guidati.

Che cosa sono i droni?

I droni sono “aeromobili a pilotaggio remoto” cioè apparecchi volanti che però non hanno alcun pilota a bordo, ovvero si pilotano da un radiocomando in modalità remota.  Sono dei velivoli, che tramite un piccolo motore possono volare e fare diverse operazioni:

  • fare scatti fotografici,
  • trasportare piccoli pesi,
  • fare video.

Come funzionano?

Alcune tipologie di droni vengono controllati con un’app sul tablet, installata sullo smartphone oppure sul computer, mentre altri sono controllati da un telecomando. I droni, in genere possono volare per pochi minuti, ma la durata di volo di un drone professionale può arrivare anche a 1 ora. I droni funzionano in due modalità:

  • pilotati con radiocomando che consente al drone di essere guidato in tempo reale, in questo caso svolgono in modo autonomo il proprio compito,
  • droni che non possono essere pilotati e che svolgeranno autonomamente le diverse operazioni durante il volo.

Le diverse tipologie di droni

I droni si suddividono in diverse tipologie, in base alle loro caratteristiche fisiche, possiamo suddividerli nelle seguenti tre categorie:

  • Drone con struttura a pale, ovvero sono dei droni con il motore e le pale, hanno lo scopo di offrirci un volo molto stabile. Si comandano tramite il radiocomando, si chiameranno elicottero se presenteranno un solo set di pale al rotore. Se i droni dotati di motore e pale hanno più di un set di pale, allora avremo altre tipologie di droni, ovvero un tricottero se queste sono tre, quadricottero in caso di quattro set di pale, pentacottero se queste sono cinque, esacottero per un drone con sei set di pale e infine ottacottero se si raggiunge il numero massimo di pale presente nello stesso drone, ovvero otto.
  • Drone con struttura planare, non ha le pale e quindi sono assenti le eliche, che vengono sostituite da due grandi ali.
  • Droni con struttura ibrida, sono dei droni dotati di entrambi i sistemi, quindi motore e ali, ma anche droni che integrano il volo con il movimento a terra, questi sono molto professionali.

Da un punto di vista tecnico, essi presentano diverse componenti come i sensori, che sono accelerometri, giroscopi, bussola e, in alcuni casi, nei droni professionali, troviamo anche il GPS.

Come fare la scelta di un drone?

Se decidessimo di acquistare un drone sarà necessario tenere conto delle loro caratteristiche, tecniche, di funzionamento ma anche di costruzione. Vediamo un elenco di alcuni degli elementi che dovrebbero essere oggetto di attenzione e analisi prima dell’acquisto:

  • Le dimensioni e peso, queste dipendono dall’uso che si intende fare, ad ogni modo è sempre bene iniziare dai mini droni,
  • La capacità di elevazione, in questo caso l’attenzione va rivolta al rispetto delle normative, in Italia esiste una normativa dell’ENAC che regola la registrazione e l’utilizzo dei droni,
  • La loro autonomia, la durata della batteria è una delle caratteristiche più importanti. Nei droni consumer le batterie possono durare dai 10 ai 30 minuti, perciò se avessimo bisogna di utilizzare il drone per un periodo di tempo lungo si dovrà far ricadere la scelta su modelli di fascia più alta, fino ad arrivare ai droni professionali. Chiaramente questa scelta porterà ad avere sul nostro drone un peso più elevato, nonché normative cui dover rispondere, altrimenti potremo ricorrere a modelli che permettono di cambiare le batterie,
  • Il controllo, ovvero stiamo parlando dei sistemi per il controllo e il pilotaggio remoto, i droni si possono comandare tramite Bluetooth, solitamente con un raggio d’azione che va dai 10 ai 20 metri. Altrimenti si possono anche comandare tramite una rete Wi-Fi, che presenterà un raggio d’azione ampio, che può arrivare anche ai 50 metri. Altrimenti, il metodo più comune è quello del controllo tramite sistemi di radiofrequenza, chiaramente in questo caso il raggio d’azione cambia da modello a modello, si potrà andare da pochi metri a qualche chilometro per i droni super professionali,
  • Il volteggio ed acrobazie, la capacità di volteggio e di fare acrobazie in volo dipende dal modello di drone, ci sono molti modelli semi professionali in grado di fare molti numeri acrobatici,
  • Il supporto per i droni con telecamera, i droni con telecamere sono tra quelli più richiesti. Ma oltre a vedere che tipo di risoluzione abbiano per l’output delle immagini, è bene verificare anche i tipi di supporto che contribuiscono alla stabilizzazione della videocamera. Questi andranno a rendere l’immagine fotografata o la ripresa delle immagini in modo omogeno, quindi senza oscillazioni o interferenze dovute alle vibrazioni del drone in volo. Solo i droni professionali sono dotati di un avanzato sistema di stabilizzazione chiamato Gimbal, codesto sistema va a mantenere ferma la videocamera sul suo asse, per cui le immagini risultano immobili e senza interferenze da vibrazione o instabilità del drone in volo,
  • GPS, i droni possono anche essere dotati di GPS, di solito in questo caso stiamo parlando dei droni professionali, non solo sono in grado di verificare la loro posizione geografica in modo autonomo ma riescono a “seguire” il pilota remoto in modo autonomo,
  • Le luci LED, di solito sono degli accessori posizionati sui droni utilizzati per fare acrobazie o per spettacoli di intrattenimento,
  • Gli altri accessori, molti droni possono essere dotati di accessori “extra” come pinze o bracci robotici, soprattutto quelli utilizzati per la consegna di pacchi.

Droni professionali come sceglierli?

Il mercato dei droni professionali è molto vasto, capita spesso che siano droni sviluppati con determinate caratteristiche per svolgere compiti molto specifici. Risulta, perciò, difficile stilare una sorta di classificazione dei modelli. Ma possiamo dire che ci sono alcune caratteristiche che dovrebbero essere prese in considerazione quando si pensa di acquistare un drone professionale. Principalmente sono queste:

  • Di solito sono dotati di più motori, 4, 6 o 8 motori che ne determinano la tipologia,
  • Vengono realizzati in materiali resistenti,
  • Presentano delle centraline a bordo più o meno sofisticate,
  • Sono dotati di telecamera ad alta definizione con sistema di stabilizzazione,
  • Presentano, infine, una buona capacità di carico.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
dronievideocamereperdroni.it