Droni per fotografi, come scegliere? Informazioni utili

I droni sono dei velivoli a pilotaggio remoto, questo significa che sono controllati da un pilota che non si trova a bordo, ma che è in grado di gestire l’apparecchio da terra. Questi aeromobili a pilotaggio remoto (APR) comprendono vari modelli, il cui utilizzo può essere per fini ricreativi oppure per uso professionale. Progettati inizialmente per scopi militari, ma da adesso vengono considerati strumenti ideali nei servizi d’emergenza.

Caratteristiche da considerare

I droni si caratterizzano per dei requisiti diversi, che vanno a condizionare la tipologia di utilizzo. Si compongono di tecnologie molto avanzate, dato che oltre alle eliche sono forniti anche da giroscopi, bussole, accelerometri e GPS, ma anche da motori, controllori della velocità, il ricevitore per le onde radio e, spesso, anche fotocamere e videocamere. I droni in fotografia e video rappresentano lo strumento ideale se si vuole avere la sicurezza che il lavoro fotografico venga svolto in maniera ottimale. Vediamo adesso quali sono le principali caratteristiche dei droni.

Dimensioni e peso di un drone

Le dimensioni e peso sono la prima caratteristica da tenere di conto. Il peso dei droni rappresenta un carattere distintivo, volto a condizionare le autorizzazioni per il volo, va ricordato che esiste un regolamento ferreo stilato dall’ENAC che pone indiscutibili limitazione all’impiego di questi apparecchi. Se il loro peso è inferiore a 250-300 grammi, non ci sono limitazioni; se il peso è compreso tra 250 e 500 grammi, il drone deve sottostare alle normative relative. Dal 1 gennaio 2021, per pilotare un drone di peso superiore ai 250 grammi verrà richiesto obbligatoriamente un patentino. Se lo utilizzeremo solo a scopo ludico, si consiglia sempre di optare per modelli piccoli e leggeri sia in relazione al loro costo più contenuto e sia per la maggiore maneggevolezza. Quindi è di buona norma approcciare il mondo dei droni acquistandone uno con dimensioni contenute e piuttosto leggero. Dunque, va ricordato che i velivoli a 4 o 6 eliche pesano tra 1 e 2 chili, mentre quelli professionali possono pesare fino a 10-12 chili.

Autonomia in volo

La maggior parte dei droni presenta un’autonomia da 10 a 30 minuti di volo, che dipende dalla loro ricarica.
Quelli professionali ovviamente possono volare più a lungo essendo forniti di una batteria più potente. Per apporre una soluzione a questa limitazione, si è consigliato di orientarsi verso modelli dotati di batterie intercambiabili. In questo modo potremo andare a sostituire con semplicità nel momento in cui si scaricano, per essere in grado di utilizzare l’apparecchio per un certo tempo. Si deve comunque che migliore è il tempo d’autonomia garantito da una batteria, maggiore sarà il suo peso a scapito della maneggevolezza del drone.

Telecamera

Uno degli impieghi più diffusi dei droni è quello rilegato alla loro funzione nel settore fotografico e video. Per l’appunto, vengono utilizzati in questo campo per lavorare. Di solito, nei droni professionali, ma anche semi-professionali, le telecamere integrate offrono prestazioni notevolmente diverse. Comunque sia, questo varia a seconda del loro costo e quindi è consigliabile non puntare soltanto al risparmio al momento dell’acquisto. Anzi, dovremo valutare il rapporto qualità/prezzo. Dovremo capire quale sia la risoluzione del dispositivo e quale ci servirà, se per esempio dovrà essere VGA, 4K oppure Full HD. Dovremo valutare il tipo di stabilizzazione che ci occorre, essa deriva dalla presenza di ammortizzatori in grado di assorbire le vibrazioni. Solitamente le telecamere nei droni professionali e perfezionate tecnicamente sono dotate di Gimbal, uno strumento che contribuisce a mantenerle allineate con il loro asse, per poter garantire la massima stabilità delle immagini girate. I modelli più costosi andranno a consentire di controllare la telecamera indipendentemente.

Altezza e distanza massima

L’ENAC ha stabilito un regolamento estremamente preciso per quanto riguarda le modalità di volo dei droni, ogni anno, però, queste normative subiscono una variazione al quale è indispensabile fare riferimento per evitare pesanti sanzioni. Quando si acquista un drone anche a scopo lavorativo, dovremmo sapere che ogni apparecchio è caratterizzato da valori di altezza e di distanza massima, che si riferiscono alle sue condizioni operative. Un fattore che deve essere sempre tenuto in considerazione è la distanza massima tra l’apparecchio e altri simili oppure ostacoli di qualsiasi tipo.

DJI leader nella costruzione dei droni

Il marchio DJI (Dajang Innovation Technology) è un’azienda tecnologica che è stata fondata nel 2006 a Shenzhen in Cina, questa ha diffuso tanti stabilimenti in tutto il mondo, principalmente è specializzata nella produzione di veicoli aerei senza piloti. Ovviamente stiamo parlando dei droni per riprese video e fotografie aeree. Negli ultimi anni, DJI ha prodotto ottimi accessori per la registrazione video in mobilità. La ditta controlla attualmente oltre il 70% del mercato di questo settore, questo principalmente grazie alle continue innovazioni tecniche dei suoi prodotti, che sono considerate da tutti i consumatori i migliori disponibili sul mercato. Il sistema digitale DJI FPV, è stato appositamente studiato per la progettazione del pilotaggio professionale e ricreativo dei droni. Esso prevede un’unità aerea, una fotocamera, un visore e un radiocomando forniti di potenti funzionalità e sviluppati per supportare la trasmissione FPVHD. Non tutti i marchi dispongono di questa caratteristica top.

Fotografia nel drone

Sicuramente il miglior prodotto in commercio fa parte della serie DJI Phantom, viene prodotto dalla DJI per l’appunto, questo è un drone quadrimotore stabilizzato. Questo apparecchio è in grado di arrivare a 600-700 metri di distanza. Riesce a volare per circa 20-25 minuti ed è equipaggiato con una fotocamera dotata di sensore CMOS da 1/2.3” da 14 megapixel, accoppiato con un obiettivo con f/2,8 ed una focale equivalente di 24mm. Presenta una fotocamera GoPro. Risulta essere un dispositivo molto compatto e poco pesante, ma pecca in qualità rispetto alle reflex ma anche a buona parte delle compatte evolute. Ma ciò non significa che non si potranno realizzare delle belle foto, il fatto sta nel trovare il giusto compromesso tra qualità e spettacolarità.

Conclusioni

Perciò, per andare a sintetizzare il discorso sui droni, potremo dire che nell’ampia vastità di droni attualmente disponibili sul mercato, quelli prodotti dal marchio DJI si confermano una scelta ideale sia dal punto di vista delle prestazioni funzionali, per chi abbia bisogno di utilizzarli in campo fotografico, andando a rispondere a ottimi standard qualitativi, anche per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Chiaramente, nei droni, come in qualsiasi tecnologia, si ha sempre un continuo aggiornamento delle prestazioni tecnologiche.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
dronievideocamereperdroni.it